Elsewhere

cp0025 copia
cp0028 copia
cp009 copia
cp0020 copia
cp0011 copia

dal video a cura di Guido D’Angelo e Cristina Bottoni

Dedicato ad Alberico ed Alarico

In “Elsewhere” le creazioni grafiche si susseguono nella ricerca di quell’Altrove spazio-temporale esistente nel rapporto dell’uomo con l’altro, umano e disumano, animato e inanimato come elemento di trascendenza, invocazione di un’altra possibilità rispetto a quella del percepito, e dell’esistente rispecchiabile e verificabile nel qui ed ora. Nel progetto si sviluppa, in modo a volte chiaro e netto, spesso frammentario e mai completo il rapporto fra e con l’Altro e L’Altrove inteso come spinta propulsiva che emerge dalla semplicità complessa delle immagini grafiche.

 In un processo in cui le forme compatte si vanno via via disgregando col segno fino alla frammentazione assoluta, segno e libertà, fino alla rarefazione. Dalle forme alle grafiche passando per la parcellizzazione puntiforme della realtà virtuale. Il movimento del segno è più che aldilà di rarefazione e concentrazione, con esso le forme si compattano o si disgregano nel movimento dei segni come in una danza composta da figure che ritornano alla linea spezzata giungendo altrove.