Ciclo Fellini





Sogno del 6/1/76

All’incrocio del Tritone davanti al palazzo del Messaggero, aiutato dai consigli di un tipo che non si sa chi sia, riesco ad attraversare la via da un marciapiede all’altro, sopra con i piedi ad uno strano e piatto oggetto giallo a forma di boomerang fatto di un materiale che non saprei indicare (cartone? carta? legno molto sottile?). La caratteristica della bizzarra operazione consisteva nel magico potere dell’oggetto che una volta calpestato si allungava strisciando sulla via e mi trasportava da un marciapiede a quello di fronte. Io dovevo solo stare attento a non cadere e le esortazioni del tipo al mio fianco tendevano a consigliarmi ad avere fede e non perdere l’equilibrio. Lo strano gioco alla fine riusciva.

Mastorna
la città delle donne 2
Anitona e la tigre (i clown) coll. privata